Zavattini pittore tra pretini e cartomanti


BOLOGNA, 26 NOV 2009 – Pretini con il cappello rosso e il viso verde, cartomanti, fiori, funerali di provincia, autoritratti, tutto dipinto con le tecniche più disparate (olio, tempera, miste) su tele, cartoncini, tavole e tavolette. Anche nella pittura Cesare Zavattini esprime la libertà e la vena lirica per cui è famoso come uomo di cinema e di letteratura.Lo si può vedere nella bella mostra che comprende una cinquantina di opere a Bologna, da domani al 31 gennaio (ingresso gratuito) nella sede della Fondazione del Monte, in via delle Donzelle 2. Le opere provengono dall’ archivio Cesare Zavattini della Biblioteca Panizzi e dai Musei Civici di Reggio Emilia (l’artista era nato nella cittadina reggiana di Luzzara nel 1902) e la mostra bolognese rappresenta uno degli omaggio emiliani in occasione del ventennale della morte. Come ha spiegato la curatrice Michela Scolaro, docente di storia dell’arte contemporanea all’ università di Macerata, l’esposizione, intitolata ‘Racconti a colori’, mostra uno Zavattini "straordinario incantatore", innamorato di Van Gogh e dei naif, pittore che si vantava di essere senza scuola ma anche "dotato di una straordinaria finezza d’interprete".La mostra è articolata in quattro sezioni, intitolata ad opere dell’ autore: ‘Parliamo tanto di me’ (autoritratti e vita di paese), ‘Io sono il diavolo’ e ‘I poveri sono matti’ (personaggi e gusto del bozzetto), ‘Stricarm in d’na parolà, titolo di una poesia in dialetto luzzarese (poesie amate da Pasolini), che significa ‘stringermi in una parola’, sezione con nature morte e scene di genere. La mostra è completata da una selezione di foto su Zavattini realizzate da Gianni Berengo Gardin. Sempre in occasione del ventennale della morte, l’ Ibc- Soprintendenza per i beni librari e documentari dell’ Emilia-Romagna ha realizzato un volume su Cesare Zavattini e la pittura, a cura di Giorgio Boccolari e Orlando Piraccini, editrice Compositori. E in gennaio, la Cineteca comunale di Bologna organizzerà una iniziativa su Zavattini e la televisione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet