Zap Mama porta a Scandiano le sonorità del mondo


SCANDIANO (RE), 6 AGO. 2010 – Ritmi africani, sonorità brasiliane, una strumentazione suggestiva e voci grandiose: è questo il biglietto da visita di "ReCreation", ultimo album delle Zap Mama, che sabato 7 agosto verrà presentato a Scandiano. Il festival Mundus ha organizzato una serata unica e coinvolgente, dal sapore internazionale, nel Cortile della Rocca dei Boiardo. Un concerto a 7 euro, che in caso di maltempo si terrà nel vicino Cinema-Teatro Boiardo in via XXV Aprile.Come sempre griffato dalla inconfondibile voce di Marie Daulne, "ReCreation" può definirsi un incrocio di sonorità del mondo. Sofisticato e stimolante, è l’album della globalizzazione in senso positivo, inteso come abbraccio al mondo nelle sue manifestazioni più esaltanti. La compositrice e cantante afro-europea vuole portare ognuno di noi, attraverso la sua musica, in un mondo fatto di svago e di relax, grazie a questo nuovo lavoro discografico. E apre il suo cd proprio con il brano ReCreation, che dà il nome all’intero album, e con la voce in crescendo di sua figlia, Kesia Daulne Quental, accompagnata dalla madre in sottofondo e da Yannick Werther alle tastiere. Nel cast grandi musicisti e cantanti. Si va da Karriem Riggins e i suoi ritmi africani a Shora, maestro di conga bongo, a Trumpetisto di Miami con la sua tromba. Passando per alcune delle voci originali di Zap Mama (le cantanti Sylvie Nawasadio e Sabine Kabongo) e di Vincent Cassel, che si presta a cantare in “Paroles Paroles”. Il culmine è il raffinatissimo “African Diamond”, con Yassine Daulne e Papi Pyapyane, Tony Allen alla batteria, Meshell Ndegeocello al basso, Phillipe Allaert alla chitarra, Luc Weytjens al Rhodes, G. Love all’armonica a bocca e dj Nanga Yassine Daulne. Le sensazioni forti dell’album sono i duetti. Prima di tutto quello di "The Way You Are", dove le voci di Marie Daulne e Bilal si intrecciano e danno al brano un carattere fresco ed arioso. I vari strumenti quali il basso elettrico, le chitarre, le tastiere, il pianoforte e il flauto, arrotondano e rendono l’album assolutamente unico e ricco di sonorità eleganti. Poi c’è la già citata Paroles Paroles – ovvero la mitica canzone "Parole, parole", lanciata in Italia da Mina e Alberto Lupo – con Vincent Cassel, celebre attore e marito di Monica Bellucci,  che grazie a melodie suadenti diventa qui estremamente scorrevole e seducente. Infine "Drifting", questa volta insieme a G. Love, risuona grazie ai vari strumenti in sottofondo: il basso, l’organo Hammond, la chitarra e l’armonica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet