Yemen, attentato alla Caprari


La sede yemenita della Caprari, dove l’azienda modenese opera da vent’anni, è stata bombardata all’alba di lunedì scorso da parte della coalizione guidata dall’Arabia Saudita. La Caprari Pumps Yemen con sede a Sana’a, capitale dello Yemen, è stata bombardata insieme ad altre due aziende del Gruppo Alsonidar durante un raid che ha causato anche vittime tra i civili. “Siamo molto sorpresi dell’attacco – commentano i responsabili commerciali di Caprari Pumps Yemen – in quanto l’Arabia Saudita ha indicato i luoghi attaccati come dediti ad attività militari e questo nonostante tutti nel mondo conoscano la serietà di Caprari che produce esclusivamente pompe per l’acqua indispensabili alla vita della popolazione yemenita”. Il bombardamento ha causato ingenti danni, ma all’interno dello stabilimento non ci sono state vittime. Caprari e Gruppo Alsonidar hanno invitato tutte le organizzazioni internazionali presenti in Yemen, a cominciare dalle Nazioni Unite, a visitare gli stabilimenti per verificare l’effettiva natura di quanto prodotto.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet