Wwworkers camp, a Bologna i lavoratori della Rete


BOLOGNA, 8 MAG. 2013 – Imprenditori e professionisti, artigiani e commercianti, blogger e comunicatori che operano con le nuove tecnologie si sono dati appuntamento a Bologna per la prima edizione del ‘Wwworkers camp’, gli Stati generali dei lavoratori della Rete. In Italia sono circa 700.000, capaci di generare un impatto sul Pil del 2%. Duemila sono presenti sulla piattaforma Wwworkers.it che racconta ogni giorno le loro storie fatte di fantasia, inventiva, rivisitazione di attività tradizionali declinate ai tempi del Web. All’appuntamento felsineo si sono iscritte oltre 800 persone per una due giorni di incontri, riflessioni e laboratori intrecciati alle testimonianze di chi, grazie al Web, ha cambiato esistenza e si é trasformato in cuoco a domicilio o si è messo a scrivere libri e storie in esclusiva per i clienti; di chi, perso il vaoro, ha iniziato a costruire giochi artistici in legno o si è reinventato ‘contadino digitale’. "Siamo coloro che aiutano il ‘Made in Italy’ a farsi conoscere nel mondo ma talvolta siamo costretti a espatriare – osserva Giampaolo Colletti, fondatore di Wwworkers.it – siamo quelli che creano oltre il 2% del Pil ma sembriamo ai più ancora invisibili. Con la community abbiamo raccolto dieci azioni – chiosa – e chiediamo a chi ci governa di scommettere su di noi".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet