BANCO POPOLARE RAFFORXZA IL MANAGEMENT


VERONA 28 APRILE Il Consiglio di Gestione e il Consiglio di Sorveglianzadel Banco Popolare, nella seduta odierna, hanno approvato una proposta direvisione e rafforzamento dell’organigramma del Banco Popolare per adattarloalle nuove sfide imposte dal piano triennale, in fase di approntamento, e alledisposizioni normative previste da Basilea 3.Con l’obiettivo di rafforzare il presidio complessivo dei rischi e di dare ulterioreimpulso alla capacità realizzativa e di governo organizzativo del pianoindustriale, sono state infatti introdotte le figure del Chief Risk Officer (CRO) –a capo della Direzione Rischi – che presiede in modo integrato al riskmanagement in senso stretto, alla compliance normativa ed al rischio legale -e di Chief Operating Officer (COO) – a capo della Direzione Operations – con ilcompito di assicurare il raggiungimento dei risultati in termini di sinergie dicosto e di eccellenza nel livello di servizio offerto. I nuovi ruoli sarannoricoperti rispettivamente da Carlo Palego e da Ottavio Rigodanza.Nella medesima ottica, e per ottenere un rapporto più equilibrato ed efficacecon le altre Direzioni della Capogruppo e con le Banche del Territorio, sonostati elevati al rango di Direzione sia il Servizio Audit di Gruppo cheAmministrazione e Bilancio – che manterranno la posizione in staff alConsigliere Delegato – e inoltre Organizzazione di Gruppo, che riporterà alCOO.La nuova struttura prevede, quindi, una configurazione di vertice checoncentra nei tre Chief Officers – i due neo nominati più il Chief FinancialOfficer – e nelle altre Direzioni (Corporate, Retail, Crediti, Risorse Umane,Audit, Amministrazione e Bilancio) le funzioni più rilevanti attuando, nelcontempo, una riduzione dei riporti diretti al Consigliere Delegato econferendo ulteriore impulso all’attività di governo organizzativo in relazionealle esigenze connesse alla realizzazione del Piano industriale

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet