Volo mortale a Castellarano


©TelereggioREGGIO EMILIA, 21 MAG. 2009 – Tragedia dell’aria ieri sera alle 20.30 a Castellarano. Un pilota di 46 anni, Luciano Barbieri, è morto schiantandosi al suolo con l’ultraleggero con il quale si era alzato in volo a poca distanza. Era infatti decollato da una piazzola che si trova a pochi metri di distanza dal luogo in cui l’uomo è precipitato. L’uomo era diretto verso il centro del paese quando, probabilmente a causa di una forte corrente d’aria ha perso il controllo del velivolo ultraleggero a carrello, e si è schiantato al suolo. A dare l’allarme al 118 sono stati alcuni automobilisti in transito che hanno visto l’ultraleggero perdere quota e precipitare e la centrale operativa di Reggio Soccorso ha quindi inviato sul posto ambulanza e automedica. Da Sassuolo sono intervenuti anche i vigili del fuoco, ma nonostante i soccorsi, per Luciano Barbieri non vi è stato nulla da far: troppo gravi le ferite riportate. In via Manganella, dove è precipitato l’ultraleggero, sono accorsi anche i carabinieri, che hanno effettuato i primi accertamenti e hanno sequestrato i resti del velivolo. A causare l’incidente potrebbe essere stata una forte corrente d’aria. Tra le ipotesi, i militari stanno vagliando anche quella che l’uomo abbia urtato alcuni alberi. Sul luogo sono arrivati anche i parenti del 46enne, sconvolti dal dolore. Luciano Barbieri, di professione rappresentante, era originario di Formigine, nel modenese, ma abitava a Castellarano in via Raniero. Grande appassionato di volo era solito recarsi sulle colline del paese per effettuare i suoi voli. Appresa la notizia della tragedia, il sindaco di Castellarano Alberto Caprari ha espresso cordoglio alla famiglia alla quale ha dichiarato di essere molto vicino.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet