Viticoltura, meno gutturnio a causa della grandine


PIACENZA, 7 AGO. 2012 – Annata difficile per il gutturnio. Come se non bastasse la siccità dell’estate in corso, il 21 luglio una violenta grandinata si è abbattuta sulla Valtidone danneggiando in modo grave le coltivazioni. Una prima stima dei danni arriva dalla Coldiretti Piacenza, che ha 80 aziende associate colpite dalla grandine. "Senza considerare il danneggiamento subito dagli edifici – sottolinea Albano – la grandine ha provocato la perdita di reddito per le nostre aziende vitivinicole per oltre un milione e mezzo di euro nei circa 300 ettari di vigneti colpiti dall’evento atmosferico. Non è stato facile effettuare la prima conta, e i nostri tecnici hanno compiuto diversi sopralluoghi perché non vogliamo dare cifre e numeri a caso, ma riteniamo sia importante in questi casi essere realisti".Non è perso solo il raccolto dell’annata, "ma sarà duramente compromesso anche quello del prossimo anno; inoltre per evitare attacchi di malattie alla pianta gli imprenditori sono entrati nel vigneto a potare ed effettuare diversi trattamenti, con aumenti di costi notevoli".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet