Vinyls, giù dalla torre gli operai di Porto Torres


SASSARI, 10 FEB. 2011 – La protesta è finita poco dopo le 16. Sono scesi dalla torcia, a 60 metri di altezza, nell’area industriale di Porto Torres, gli operai della Vinyls che ieri pomeriggio si erano arrampicati per protestare contro il silenzio calato da qualche giorno sulla trattativa tra il Fondo Gita e l’Eni per la vendita degli stabilimenti italiani. La svolta è arrivata con la telefonata di rassicurazione ai lavoratori da parte del ministro dello Sviluppo economico Paolo Romani, che ha poi inviato una e mail ai cassintegrati che occupano da quasi un anno l’isola carcere dell’Asinara per garantire che il negoziato sulla cessione della Vinyls procede secondo i programmi concordati tra le parti. Uno dei tre operai saliti sul traliccio era già sceso stamane per problemi di salute: ora lo stop alla protesta anche degli altri due lavoratori.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet