Vincenzo Boccia inaugura il Cersaie


“La presidente Merkel ha rivinto ma ha una maggioranza debole. Ad una Germania, tra virgolette, debole deve corrispondere una politica anche nazionale di un certo livello e di grande consapevolezza e pragmatismo della realtà che abbiamo di fronte”. L’ha detto a margine dell’inaugurazione del Cersaie a Bologna, il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commentando il voto tedesco. Per Boccia “il messaggio dalla Germania parte proprio dalla capacità delle riforme europee. Se riusciremo a fare delle riforme europee che mettano al centro la crescita e il lavoro, evidentemente quella sarà la risposta. Se non si riuscirà a farlo è evidente che le reazioni dei vari nazionalismi si elevano e non fanno il bene né dell’Europa né dei singoli Paesi”.  Tornando poi in Italia il numero uno di Confindustria ha aggiunto:  “Non abbiamo grandi aspettative, non ci sono risorse elevate. Occorre innanzitutto non smontare le riforme fatte fino ad oggi. E cominciare a puntare sul lavoro, quindi sui giovani in particolare perché il Paese cresce ma i divari aumentano”. “E’ evidente che c’è ottimismo” ma allo stesso tempo “c’è preoccupazione che sul lungo termine questo trend possa rallentarsi. Dobbiamo mantenerlo e andare avanti anche perché abbiamo un debito pubblico rilevante e solo la crescita può ridurlo”. L’ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, rispondendo dal Cersaie di Bologna alla revisione al rialzo delle stime del Pil nella nota di aggiornamento del Def.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet