Vincenzi nuovo presidente dell’Anbi


Francesco Vincenzi, imprenditore agricolo modenese, 36 anni, di Mirandola, Presidente della Coldiretti di Modena e da febbraio 2011 del nuovo Consorzio della Bonifica Burana con sede a Modena, con esperienza nel mondo della bonifica come consigliere dal 2006, è il nuovo Presidente dell’Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni (A.N.B.I.). È il Direttore Generale del Consorzio della Bonifica Burana, l’Ing. Cinalberto Bertozzi ad esprimere soddisfazione per questo importante ruolo assunto dal Presidente del Burana Vincenzi: ”il nostro Ente in questi anni ha dimostrato grande impegno e risoluzione nel far fronte alle gravi criticità che si sono verificate sul territorio, il sisma di maggio 2012 e la Rotta del fiume Secchia del gennaio scorso. Far fronte a due calamità di quella portata, senza mai interrompere le funzioni irrigue e di scolo, con tutti i principali impianti resi inagibili, ha sicuramente dato prova di efficacia e tempestività di tutto il personale del Consorzio, ma senza le capacità amministrative e le doti umane del Presidente Vincenzi – supportato dall’intero Consiglio – non avremmo saputo fare altrettanto. La sua elezione a Presidente Nazionale delle Bonifiche non può che onorare il nostro operato e rendere merito alle competenze che ha saputo dimostrare nel suo mandato”.
Il Consorzio della Bonifica Burana, infatti, è stato messa duramente alla prova ma ha saputo reagire alle avversità grazie alla sinergia con la Regione Emilia-Romagna, mantenendo viva l’attenzione su tutto il territorio, dalla montagna alla bassa pianura, svolgendo i compiti di difesa idrogeologica, sicurezza idraulica, distribuzione irrigua e tutela ambientale su un ampio territorio compreso tra le province di Modena, Bologna, Mantova, Ferrara, Pistoia. “Il futuro – commenta il neoPresidente A.N.B.I., Vincenzi – rimarrà nel solco di quanto quotidianamente fanno i Consorzi di bonifica a servizio del Paese. L’odierno rinnovamento è funzionale ad un’associazione che, nel segno della continuità, deve saper raccogliere le sfide di un Paese, che cambia traendo, dal passato, l’esperienza per guardare al domani”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet