Vince Stoner, ma il podio è italiano con Dovi-Rossi


DOMENICA 15 MAG 2011 – Il MotoGP di Le Mans è stato vinto da Casey Stoner su Hrc Honda, con un distacco abissale sul secondo classificato. Fin qui nessuna sorpresa: il pilota australiano era decisamente il più veloce in pista e ha semplicemente mantenuto le attese, che lo vedevano strafavorito della vigilia. Quello che meraviglia, invece, è il resto del podio: sul secondo gradino c’è Andrea Dovizioso, sul terzo un redivivo e felicissimo Valentino Rossi, che finalmente raccoglie una soddisfazione vera con la sua Ducati. Jorge Lorenzo una volta tanto si accontenta del quarto posto, davanti a Marco Simoncelli.LA GARA – In partenza scattano benissimo Stoner e Pedrosa, che cercano subito l’allungo. A inseguirli ci sono Simoncelli e Lorenzo, che si scambiano qualche sorpasso, e più dietro Dovizioso e Rossi.La scossa alla gara, nel bene e nel male, la dà Simoncelli. Sorpassato definitivamente Lorenzo al 4° giro, il pilota romagnolo si lancia all’inseguimento di Pedrosa, che ormai guarda da lontano Stoner. La rincorsa di Simoncelli termina al 15° giro, quando effettua un bel sorpasso sul pilota spagnolo. A quel punto succede l’irreparabile: Pedrosa si rimette davanti sul rettilineo, ma alla staccata successiva Simoncelli gli taglia la strada in entrata di curva. Le moto si toccano, Pedrosa cade rovinosamente e si frattura la clavicola destra, Simoncelli resta in piedi ma dovrà effettuare un ride-through di penalità per la manovra: finirà quinto. Peccato, il podio stavolta era assicurato.L’harakiri delle due Honda rimette in gioco per il podio Dovizioso, Rossi e Lorenzo. Il primo a cedere è lo spagnolo, insolitamente arrendevole e lento, si accontenterà del quarto piazzamento. Rossi e Dovizioso si giocano quindi il secondo posto a suon di sorpassi. Quello decisivo è del forlivese, a poco più di un giro dal termine. Come l’ultima volta, il Dottore esce sconfitto dal duello col connazionale: poco male, arrivare sul podio con questa Ducati, dopo essere partito nono, è oro colato.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet