Vignola e Mirandola confermano il centrosinistra


© Trc-TelemodenaMODENA 22 GIU. 2009 – Finisce 2-1 per il centrosinistra il duello dei ballottaggi. La grande vittoria del centro-destra, però, va in scena a Sassuolo: Luca Caselli si aggiudica per 140 voti la "battaglia" delle comunali. Caselli arriva al 50,35 %, mentre il sindaco uscente Graziano Pattuzzi si ferma al 49,35%. Il lungo pomeriggio si è sviluppato in modo frenetico. Dopo le prime sezioni, Pattuzzi sembrava leggermente in vantaggio ma poi è arrivato il sorpasso con Caselli che, ad un certo punto, si era addirittura attestato al 51,4%. Il recupero del sindaco uscente però si è infranto nel finale. A Vignola, invece, vince Daria Denti. Dopo la conclusione del mandato di Adani, il centrosinistra si conferma: la Denti ha battuto Graziano Fiorini del centro destra (unico candidato di provenienza leghista) con il 52.47%. Fiorini, invece, si è fermato al 47.53. Pomeriggio meno convulso per lo scrutinio di Vignola: già dopo le prime sezioni, il vantaggio delle Denti era netto. Un vantaggio che è rimasto in calce sino alla fine.    Anche a Mirandola vince il centrosinistra. Maino Benatti ha ottenuto il 54.01%. Lorenzo Bergamini si è fermato al 45.99. Lotta dura pure nella cittadina della Bassa dove, al primo turno, aveva raggranellato il 17% il candidato della Lista Civica "I Mirandolesi", Alberto Bergamini. Un 17% che, giocoforza, si sono spartiti Benatti e Lorenzo Bergamini: al primo bastavano pochi punti per superare il 50% e così è stato.  Non raggiungono il quorum i tre referendum. I dati dell’affluenza anche nel modenese sono stati molto bassi: complessivamente in tutti i comuni di Modena si è recato alle urne il 30,08% degli elettori. Lontanissimo l’obiettivo del 50%. Si è votato di più nei tre comuni dove vi era il ballottaggio: a Sassuolo il 52.71%, a Vignola il 58.90 e a Mirandola il 55,97. Come succede dal 1995, i referendum abrogativi non raggiungono il quorum. I dati comunali definitivi di affluenza per eleggere il primo cittadino al ballottaggio riportano per Sassuolo il 66,01%, sono andati alle urne 20567; a Vignola si sono recati il 65.58 degli elettori, 11799 vitanti e, infine, Mirandola il 61.83%, 11375 degli aventi diritto La giunta di SolieraVolti nuovi e due riconferme. Sabato scorso il sindaco di Soliera, Giuseppe Schena, ha nominato i sei componenti della nuova giunta: Roberto Solomita, 33 anni, ricoprirà la carica di vicesindaco e di assessore ai servizi alla persona, Rosanna Righi, 58 anni, è il nuovo assessore alla partecipazione, Roberto Panini, 36 anni viene confermato al bilancio, mentre Caterina Bagni, 32 anni si occuperà di patrimonio. Gianni Razzano, 45 anni, diventa assessore agli interventi economici mentre Livio Gucciardo, 22 anni, viene riconfermato agli affari generali. Il sindaco trattiene per se le deleghe riguardanti l’urbanistica, l’edilizia privata, la sicurezza, la polizia locale e lo sport. La nuova giunta verrà presentata ufficialmente domani sera alle 19,45 in piazza della Repubblica nell’ambito della prima seduta di insediamento del Consiglio Comunale

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet