Vietata la vendita di alcolici ai minori nei supermercati Coop


BOLOGNA, 29 DIC. 2008 – Dal 2 gennaio in tutti i negozi Coop Adriatica dell’Emilia-Romagna sarà vietata la vendita di bevande alcoliche ai minori di 18 anni. Il divieto riguarderà ogni prodotto che contenga alcol con gradazione superiore a 1,2%, inclusi dunque superalcolici, aperitivi, vino e birra. “La decisione è stata assunta da Coop a livello nazionale”, ha ricordato il direttore delle Politiche sociali di Coop Adriatica, Marco Gaiba, rilevando che “a fronte di dati allarmanti, nel nostro Paese non esiste ancora una legge in materia”. “Abbiamo ritenuto necessario e urgente assumere questo impegno per non assistere impotenti a una minaccia per la salute di tutti, e dei giovanissimi in particolare”, ha aggiunto sottolineando che “nel resto d’Europa i divieti per i minori di 16 o 18 anni sono legge già da anni”. Nei negozi di Coop Adriatica saranno affissi cartelli per informare dello stop alla vendita ai minori, sia all’ingresso che in prossimità degli scaffali degli alcolici. E se un cliente all’apparenza minorenne si presenterà alla cassa con bevande contenenti alcol, la cassiera richiederà un documento d’identità, informando il ragazzo della decisione assunta da Coop. Se dalla verifica del documento risulterà che il cliente è un minore di 18 anni lo si inviterà a lasciare il prodotto alla cassa. Lo stop alla vendita sarà affiancato da iniziative di informazione rivolte a soci e consumatori, sia giovani che adulti, sugli effetti dell’abuso di alcol. Fino a oggi, il divieto di vendita è stato sperimentato da Coop Adriatica nell’ipercoop veneto di Schio (Vicenza).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet