Viale Stradone a Faenza, platani centenari a rischio


in collaborazione con Teleromagna10 FEB. 2009 – Probabilmente non arriveranno a festeggiare il traguardo dei duecento anni di vita gli alberi che caratterizzano e rendono unico il viale Stradone a Faenza. Le condizioni di salute degli enormi platani che costeggiano la carreggiata stradale in entrambi i lati non sono da tempo ottimali. La causa sembra essere un fungo che lentamente ma in maniera continua aggredisce la corteccia dei tronchi sgretolandoli e rendendoli di conseguenza potenzialmente pericolosi e a rischio di caduta. E proprio l’imponenza, che da un lato ne è anche la bellezza, degli alberi li rende pericolosi per l’incolumità dei passanti, dei ciclisti ma anche degli automobilisti. Già in passato alcuni platani malati erano stati abbattuti ma ora si sta pensando ad un intervento radicale che comporterebbe l’abbattimento di tutte le piante e la sostituzione con alberi sani e più giovani. Al progetto stanno lavorando l’amministrazione comunale faentina, lo studio ferrarese Ares e l’esperto francese di alberate storiche Pierre Raimbault ed è al vaglio degli esperti la valutazione del possibile costo del rinnovamento del viale. Tra i lavori che andrebbero effettuati ci sarebbe anche uno scavo profondo due metri nel quale immettere nuovo terreno in modo da ricreare condizioni agronomiche maggiormente compatibili con le necessità vitali dei platani. Gli alberi che potrebbero essere piantati non sono ancora stati stabiliti, ma nella scelta dell’amministrazione manfreda potrebbero esserci le essenze platanus, una varietà di pianta maggiormente resistente alle malattie provocate dal temibile fungo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet