Viabilità: pacchetto da 25,2 mln per Modena e provincia


Un pacchetto da 25,2 milioni di euro per nuove infrastrutture nella provincia di Modena è stato presentato in Comune dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dal sindaco e presidente della Provincia, Gian Carlo Muzzarelli, e dall’assessore regionale ai trasporti Raffaele Donini. I lavori – finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, dal Contratto di Programma Anas 2016-2020 e dalla Regione – riguardano in particolare la Strada provinciale 467R Pedemontana (IV stralcio del III lotto, tratto B via Gualinga, 4 milioni di euro, e IV stralcio del IV lotto via Gualinga-via Montanara, 7,85 mln); la tangenziale sud di Formigine (5 milioni 415mila euro); la sistemazione delle Curve dei ‘Carrai’ e ‘Acquabona’ a Pavullo nel Frignano (6,9 milioni); la nuova rotatoria tra la Strada provinciale 13 e la Strada comunale Fornace a Campogalliano (855mila euro). Si tratta, spiega Bonaccini, di “investimenti straordinari per Modena e la sua provincia che si inseriscono in un quadro
complessivo di circa 3,5 miliardi per l’intera legislatura, compresi gli 1,3 per la Cispadana, da destinare al completamento di infrastrutture strategiche per tutto il territorio regionale.
Lo abbiamo sempre detto: entro la fine del mandato dovranno essere sbloccate opere in discussione da troppi anni, e dove possibile aperti i cantieri. La strada è quella giusta, basti pensare appunto allo sblocco della Cispadana, fondamentale sia per il tessuto industriale del territorio, sia come cerniera ideale tra la direttrice del Brennero e l’Adriatico e, più in
generale, la Romagna, quindi grande volano per il turismo” e poi “nuovi cantieri significano nuovi posti di lavoro, e per noi l’occupazione rimane la priorità”. “I finanziamenti presentati oggi sono fondamentali per completare l’asse pedemontano per tutto il tratto modenese –
spiega Muzzarelli – e consentire così un collegamento importante tra la città e la fascia collinare. Inoltre, con la circonvallazione di Formigine e gli interventi Anas a Pavullo,
vengono sbloccati impegni già presi a suo tempo che miglioreranno finalmente l’assetto della viabilità montana. Infine, con l’intervento a Campogalliano, la Provincia metterà
in sicurezza – grazie alla collaborazione tra il Comune interessato, privati e questo finanziamento – un territorio di strada già teatro di troppi incidenti”. “Siamo soddisfatti”, afferma Donini: “Ci siamo dati obiettivi precisi, delineando un piano di sviluppo infrastrutturale che coinvolge tutta la regione, da Piacenza a Rimini. Le risorse
disponibili serviranno anche a potenziare il trasporto pubblico locale, la mobilità ciclistica e il sistema aeroportuale e a mettere in sicurezza tutte le linee ferroviarie regionali”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet