Vertenza Mandarina Duck, raggiunto l’accordo


Il mantenimento dell’attività sul territorio provinciale, la salvaguardia della maggior parte dei posti di lavoro, la riduzione degli esuberi da 22 a 17 e l’utilizzo di tutti gli ammortizzatori sociali conservativi disponibili per il maggior tempo possibile oltre ad un accordo sindacale di mobilità: questi i punti dell’accordo quadro per la Mandarina Duck di Cadriano sottoscritto questa mattina dopo una serrata trattativa al Tavolo di salvaguardia provinciale con la mediazione dell’assessore alle Attività produttive Graziano Prantoni.

Mandarina Duck, storica azienda del territorio di proprietà del gruppo coreano E-Land, commercializza borse e occupa complessivamente 52 dipendenti nello stabilimento di Cadriano di Granarolo. Nei mesi scorsi era giunta la notizia del trasferimento della sede dell’azienda da Cadriano e di un adeguamento organizzativo della struttura evidenziando 22 posizioni critiche.

Secondo l’accordo raggiunto nell’ambito di un processo di rafforzamento commerciale e stilistico, l’azienda aprirà una struttura milanese che prevede lo spostamento di 10 figure professionali. Nel territorio bolognese viene garantita la continuità delle attività anche in relazione all’attuale presenza di altre società del gruppo E-Land (E-Land Italy e Lario) oltre alla presenza delle direzioni amministrazione, finanza e controllo, customer service, operations, information tecnology, human resources e altri servizi di staff.

Al termine dell’incontro, l’assessore Prantoni e il sindaco di Granarolo, Loretta Lambertini hanno dichiarato: “Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti anche in questa circostanza attraverso il lavoro di mediazione del Tavolo di salvaguardia. Grazie al confronto serrato ed impegnativo sottolineato da numerose ore di sciopero dei lavoratori di Cadriano è stato raggiunto un buon accordo condiviso, che persegue l’obiettivo comune di salvaguardare l’attività e quanti più possibile posti di lavoro e che inoltre consente ad un’importante azienda del nostro territorio di rilanciare l’attività sul mercato. Esprimiamo apprezzamento per il senso di responsabilità manifestato sia dalle organizzazioni sindacali che dal management di Mandarina Duck”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet