Veltroni: “La Spaggiari sbaglia. Il rancore è la fine della politica”


"Quella della Spaggiari è una scelta sbagliata, nessun dubbio a dirlo". Walter Veltroni non usa mezze parole. "Quando a muovere la politica è il rancore, è la fine della politica". L’ex segretario del PD, in visita a Reggio Emilia per sostenere le candidature di Graziano Delrio a sindaco e di Sonia Masini a presidente della Provincia, giudica così la candidatura di Antonella Spaggiari, che tanto ha fatto discutere anche a livello nazionale.Dal palco dell’appuntamento elettorale reggiano, Veltroni è anche tornato sulla sua decisione di dimettersi dalla segreteria del PD: "Me ne sono andato senza fare polemiche, senza sbattere la porta, senza rilasciare quattro interviste al giorno contro qualcuno. Ho dimostrato che si può fare un passo indietro, e l’ho fatto per amore del PD".Sulla situazione nazionale, Veltroni ha incalzato il governo: "Mentre il Paese va alla deriva, mentre il clima del Paese si sta sfarinando e l’economia italiana è bloccata, non basta baloccarsi un po’ in forma vanesia, guardarsi allo specchio e guardare i sondaggi che dipendono da tanti fattori e chissà pure se sono quelli che corrispondono alla realtà. Bisogna affrontare le grandi sfide di questo Paese – ha detto Veltroni – farlo con coraggio, ridare fiducia e speranza, fare autentici e profondi cambiamenti". E ancora, sul problema dell’immigrazione clandestina: "I fatti di criminalità sono aumentati. Avevano detto: votate per noi e non arriverà più nessun clandestino. Ne sono arrivati a migliaia e non saranno quei 300 respingimenti a cambiare la situazione".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet