Vasco, un raduno da vita spericolata


ZOCCA (MO), 26 MAG. 2010 – Qui si fa la storia. Uno slogan da poche pretese quello lanciato dagli organizzatori del raduno nazionale dei fan di Vasco Rossi. Una storia che è iniziata un anno fa e che ora si trova al suo secondo appuntamento. Dunque se qualcuno si è perso l’inizio, si legge sulla pagina del sito ufficiale dell’iniziativa, può saltare su che "questo è un treno che non passa più". Anche se magari poi tra un anno si fa la terza edizione.Il paese natale del Vasco nazionale, da sempre meta di pellegrinaggi da parte di fan, è di nuovo pronto per una nuova tre giorni di musica, gastronomia, ricordi e grandi emozioni. Organizzata da PromAppennino, Comune, associazioni del territorio e dalla scuola di Musica Massimo Riva, in collaborazione con la Provincia, la manifestazione si presenta con un programma denso di iniziative e di motivi d’interesse. L’inizio ufficiale del raduno sarà alle 21 del 4 giugno, a Missano, con il concerto degli Onde rock.Sabato 5, invece, saliranno sul palco ben sei Tribute Band, ovvero cover band del Blasco scelte tra le migliori in circolazione. Niente transenne da sfondare, sta scritto nella home page del sito, che tanto lui, Vasco, non ci sarà, perché ha un alibi, viene spiegato, "sarebbe come andare in pasto ai leoni e forse preferirebbe ‘Fare il militare’.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet