Vandelli: partnership con Unipol centrale


L’amministratore delegato di Bper, Alessandro Vandelli a margine di un accordo con la Bei sull’efficienza energetica, torna a parlare di Carife “ci auguriamo che si possa fare presto e bene perché prima si fa prima si riesce a intervenire sulla banca e si riesce a rimettere in moto le attività di relazione con la clientela. Stiamo già lavorando: chiaro che adesso partirà, credo a breve, la parte più amministrativa e burocratica perché ci sono istanze presentate a Bce, c’è anche parte Antitrust da sviluppare”, aggiunge Vandelli dopo che la Bper nelle scorse settimane ha acquisito la quarta good bank. E ancora: con Unipol “stiamo lavorando soprattutto sulla partnership assicurativa, abbiamo un rapporto consolidato da molti anni” in Arca, risponde Vandelli, sui colloqui con Unipol relativi all’eventuale acquisizione di Unipol Banca. “Stiamo lavorando al piano industriale e in ambito assicurativo ci sono grossi spazi da cogliere e la partnership con Unipol è centrale”, aggiunge evidenziando che “non ci sono altre cose in agenda in questo momento”. Sugli Npl “la priorità è migliorare la gestione interna, come fatto nel 2016 quando abbiamo incrementato del 20% i nostri recuperi, speriamo di proseguire in questa strada anche nel 2017 e nei prossimi anni”. Alessandro Vandelli sottolinea di essere “molto soddisfatti” di aver anticipato di un anno le attuali linee guida della Bce” realizzando “una società che si occupa a tempo pieno dei bad loans con un’attività mirata al recupero e all’efficientamento anche dei processi”. Il manager rileva però di credere che “non ci sia una strada sola” da seguire: “non è solo l’attività di recupero, credo ci voglia un’attenzione anche sul mercato se sarà un po’ più efficiente nel disposal”. Tuttavia “il cuore dell’attività – aggiunge – è il recupero attraverso la gestione diretta. Poi se sul mercato che oggi è nelle mani di chi ha soldi, ci sarà la possibilità di fare operazioni che non sono particolarmente onerose, per la parte che cede, con grande cautela valuteremo”. Nel 2016 la banca ha ceduto npl per 700 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet