Valleverde, il marchio rimane in Romagna


Valleverde: aggiudicata la proprietà del marchio storico del Made in Italy nella produzione di scarpe. Ne dà notizia l’Amministrazione comunale di Coriano, cittadina del riminese dove ha sede l’azienda. Come preannunciato il 30 aprile, l’offerta pervenuta ha permesso che si potesse organizzare una vendita competitiva alla quale hanno partecipato altre tre società, dando così prova che il marchio Valleverde ha ancora tanto da dire sul mercato calzaturiero italiano.
Dopo l’ultimo bando deserto con prezzo fissato a 7 milioni di euro, è pervenuta un’offerta di Brand Diffusion srl, pertanto è stata tempestivamente organizzata la vendita competitiva alle medesime condizioni dell’offerta pervenuta. Per tale motivo è stato prorogato l’esercizio provvisorio al 30.06.2015. La vendita è stata caratterizzata da rilanci che hanno portato il prezzo di acquisto a 9 milioni di euro, aggiudicando quindi la proprietà alla Silver 1 srl con sede legale a Lugo (Ra). Prezzo di aggiudicazione al di sopra di tutte le previsioni possibili, tenuto conto che l’esercizio provvisorio prevedeva la chiusura al 30.04.2015, con prospettiva di chiusura dell’azienda e di smantellamento per la vendita dei singoli componenti (marchio, immobili, attrezzature), ciò dopo che risultavano andate deserte ben sei vendite competitive organizzate in due bandi. L’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi ha così commentato: “Si tratta di una notizia molto positiva per la salvaguardia occupazionale di un’importante realtà aziendale con un brand riconosciuto sul territorio nazionale ed estero. Maggiore è la soddisfazione per la predominanza dell’occupazione femminile che l’azienda vanta”. Per il sindaco di Coriano Domenica Spinelli “questa notizia imprime fiducia al territorio e al settore industriale locale, l’impegno degli investitori sono il sintomo che qualcosa può cambiare e sono proprio lo strumento principe perché ciò avvenga. Ora ci auspichiamo che questo sia l’inizio di un vero e proprio rilancio di un’azienda che ha ancora moltissime potenzialità. Per tutta l’Amministrazione la vicinanza ai lavoratori è la priorità massima e la ricerca di soluzioni affinché l’occupazione aumenti è un punto fondamentale. Ribadiamo la grande soddisfazione soprattutto per quanto riguarda la rioccupazione del personale dipendente, che in maniera graduale porterà all’impiego dell’80% degli addetti”. L’Amministrazione comunale lunedì chiederà un incontro con la nuova proprietà, al fine di approfondire le linee del piano aziendale a tutela dell’occupazione a garanzia dei lavoratori dell’azienda.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet