Unipolis premia nuovi progetti


Sono stati selezionati i sei progetti del bando “culturability – spazi d’innovazione sociale” a cui andrà il contributo previsto dall’iniziativa promossa da Fondazione Unipolis. Una call per supportare proposte d’innovazione culturale e sociale ideate da under 35, in grado di coniugare capacità di promuovere reti associative e nuove forme di collaborazione, coesione e occupazione giovanile. La Commissione di Valutazione del bando, composta in maggioranza da esperti esterni alla Fondazione, ha compiuto la propria scelta nell’ambito dei 20 progetti finalisti che, avendo superato la prima fase di valutazione nel mese di aprile, erano poi stati ammessi ad un primo percorso di accompagnamento e formazione finalizzato a migliorare e sviluppare le diverse proposte. A ciascuno dei sei progetti selezionati verrà assegnato un contributo di 60 mila euro: 40 mila a fondo perduto e 20 mila in attività di incubazione. Complessivamente, quindi, 360 mila euro che Fondazione Unipolis ha destinato a questa seconda edizione del bando “culturability”. Il bando culturability ha segnato un vero e proprio record di partecipazione, con ben 996 progetti arrivati da tutta d’Italia – presentati da gruppi di giovani e organizzazioni no profit composti in prevalenza da under 35 – riguardanti i diversi ambiti dei settori culturale e creativo. Una ricchezza di idee e di visioni che offre uno spaccato interessante di quanto si muove nel mondo della cultura legata all’innovazione sociale, ma testimonia anche il fermento e la voglia di “intraprendere” degli under 35 del nostro Paese. Un lavoro davvero non semplice per la Commissione che si è trovata a scegliere fra numerose proposte di grande qualità, impegno, innovazione e prospettiva. Utilizzando i criteri di valutazione indicati dal bando, hanno prevalso i progetti più capaci di aderire agli obiettivi indicati dalla call e provenienti da varie parti del Paese. Ecco l’elenco in ordine alfabetico: Eyes Made (Roma), Laboratorio Permanente Pisacane (Roma), Mercato Sonato (Bologna), Polline (Favara – AG), Smartket (Milano), YouTopia (Perugia).
Diverse le progettualità, i campi d’azione e i modelli di sostenibilità. Tre progetti di rigenerazione urbana che partono dalla cultura per creare nuove occasioni di sviluppo e socialità per spazi ed edifici cittadini: due mercati che rinascono (Mercato Sonato e Smartket) e un edificio scolastico che si apre all’esterno per creare un modello per la scuola del futuro (Laboratorio Permanente Pisacane). Un progetto che promuove l’accessibilità a contenuti e servizi culturali da parte delle persone sorde (Eyes Made), un hub di formazione e produzione di contenuti crossmediali per il web (YouTopia), una piattaforma con e-commerce dedicata all’arte digitale (Polline). La Commissione di Valutazione era composta da: Massimo Alvisi – architetto e tutor 2014 del progetto G124, Giovanni Campagnoli – direttore di Politichegiovanili.it, Paola Dubini – docente Università Luigi Bocconi, Walter Dondi – direttore Fondazione Unipolis, Mauro Magatti – docente Università Cattolica del Sacro Cuore, Ivana Pais – docente Università Cattolica del Sacro Cuore, Pierluigi Stefanini – presidente Gruppo Unipol e Fondazione Unipolis. Il bando “culturability – spazi d’innovazione sociale” è sviluppato in collaborazione con Avanzi/Make a Cube³ e Fondazione Fitzcarraldo come partner operativi, con il patrocinio e la collaborazione dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, con il patrocinio di Cittalia – Fondazione Anci e la media partnership di Nòva24.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet