Unipol, nel 2011 cresce la raccolta premi


MILANO, 27 FEB. 2012 – Unipol ha chiuso il 2011 con una raccolta premi "superiore", a perimetro omogeneo, ai 6.501 milioni realizzati nello scorso esercizio e con un volume di nuovi affari vita in termini di Ape (premi annuali equivalenti) "significativamente superiore" ai 229 milioni del 2010. E’ quanto viene anticipato nella relazione degli amministratori in vista dell’assemblea sulla ricapitalizzazione di Unipol.La compagnia bolognese ha fatto progressi anche sul fronte della gestione industriale del ramo danni: il combined ratio (che indica il rapporto tra sinistri più spese e premi incassati) a fine 2011 ha registrato "un ulteriore calo" rispetto al 98,1% del 30 settembre 2011, in miglioramento di 4 punti rispetto al 102,1% di fine 2010. "Tale andamento – si legge – conferma e consolida il recupero strutturale della marginalità economica nella gestione caratteristica, che già nei primi nove mesi dell’esercizio ha registrato 165 milioni di maggior margine industriale rispetto all’analogo periodo del 2010". Per quanto riguarda il 2012 dovrebbe confermarsi "una raccolta premi, a perimetro costante, prossima ai volumi realizzati nel 2011". Unipol ha inoltre completato a dicembre l’aumento di capitale da 100 milioni di euro di Unipol banca.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet