Unimpresa: “No a manovra correttiva”


“Le rassicurazioni del ministro Padoan, che esclude una manovra correttiva, sono confortanti: un intervento sui conti pubblici sarebbe letale per l’economia italiana, che fatica a uscire dalla recessione. Tuttavia, lo stesso ministro ha ammesso che il nostro Paese arretra e che, in sostanza, la crescita non si vede. Ecco perché, oggi ancora di più, siamo convinti che sia indispensabile una cura choc per mettere le famiglie e le imprese in condizione di superare questa fase drammatica. Una fase che non può più essere curata con pannicelli caldi, ma solo con misure incisive su due settori in particolare: il fisco e il credito. Il governo deve avviare un piano per una seria riduzione delle tasse e varare provvedimenti per far ripartire la macchina dei prestiti bancari”. Così il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, commenta le dichiarazioni del ministro dell’Economia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet