Unimore e Unibo: “Le aziende scommettano sui giovani”


I migliori imprenditori del futuro sono i giovani, le Università e le aziende devono scommettere sulle loro competenze. E’ questo il messaggio lanciato dai padiglioni del Motorshow dove è stata organizzata una tavola rotonda dal titolo “Dai centri di ricerca alle startup: le idee diventano impresa”. Prendendo come spunto di riflessione l’ultimo rapporto del Censis sui giovani, lasciati ai margini del sistema economico italiano, il prorettore alla Ricerca dell’Università di Bologna Dario Braga e il rettore dell’Università di Modena e Reggio Angelo Oreste Andrisano hanno raccontato le esperienze dei due atenei che invece rappresentano “una svolta positiva”. Stage e laboratori, organizzati con le aziende del territorio, permettono ai giovani di facoltà diverse di mettere alla prova le loro conoscenze. Importante è il ruolo delle aziende che hanno compreso il valore delle nuove conoscenze e dell’innovazione anche per uscire dalla crisi.

 

La sinergia tra le università e le imprese emiliano-romagnole da buoni frutti: lavorando a contatto con i professionisti, i ragazzi che hanno svolto un periodo di stage nelle aziende hanno contribuito a creare nuovi progetti, nuovi brevetti e, alcuni di loro, sono stati anche assunti. Alcune storie che si sono realizzate nel settore dell’automotive sono state raccontate nei padiglioni dell’Innovation Village del Motosrhow. Alcune imprese hanno creato gruppi speciali per le startup e la formazione dei ragazzi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet