Unieco al lavoro per costruire la sede dell’Efsa


PARMA 20 OTT. 2009 – La Unieco di Reggio Emilia e la Mingori Costruzioni di Parma insieme per costruire la sede dell’Efsa a Parma. Una sigla che sta per European Food Safety Authority, ovvero Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare. “Ora tocca alle imprese costruttrici che dovranno realizzare in tempi rapidissimi il nostro sogno: la nuova sede dell’Efsa”, ha detto Catherine Geslain Laneelle in occasione della cerimonia per la posa della prima pietra.La nuova sede dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare è l’opera più importante che viene realizzata a Parma da oltre vent’anni. La sfida da vincere è quella dei tempi: 20 mesi per realizzare il “cervello” dell’Efsa dove lavorano 400 persone con intorno 1500 consulenti scientifici. Un super team capace di dare 1500 pareri su questioni legate alla sicurezza alimentare.L’edificio crescerà su un’area di 22mila mq e si svilupperà su dieci piani (oltre il piano terra) più due livelli interrati e sarà a bassissimo impatto ambientale: “le esigenze delle persone che lavoreranno nella sede Efsa e la sostenibilità sono le nostre parole d’ordine” ha detto l’architetto David Roulin (Art & Build di Bruxelles, gli stessi che hanno realizzato la sede della Commisione UE) che ha lavorato con Pooleng project development di Conegliano (Tv), TIFS Ingegneria di Padova, Art Ambiente Risorse e Territorio di Parma in un team di progettisti coordinato dallo Studio Valle di Roma. Il progetto è inserito in una più ampia riqualificazione del quartiere che prevede interventi sulla viabilità, nuove zone verdi, parcheggi e piste ciclabili, nuovi campi e impianti sportivi.“Lavoriamo sotto gli occhi di Parma e dell’Europa e metteremo in campo le nostre forze migliori”, hanno assicurato Massimo Pinotti di Unieco e Riccardo Mingori della Mingori Costruzioni. “Forze – ha aggiunto Riccardo Mingori – che derivano dalle sinergie tra due imprese che lavorano insieme anche in altri progetti e che sanno fare squadra”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet