Unicredit: la funzionaria di banca non rischia praticamente nulla


29 SET 2009 – Hanno poco da stare tranquilli i clienti della filiale Unicredit di Reggio Emilia i cui conti sono stati alleggeriti per un totale di svariati milioni di euro. Può invece stare tranquillo l’autore della truffa, chiunque sia. Sembra paradossale ma è il frutto dell’applicazione di una delle leggi più controverse imposte dal governo Berlusconi, quella sui reati finanziari.Lo ha spiegato bene nel marzo scorso il procuratore aggiunto milanese Francesco Greco in un convegno organizzato da “Banca etica”. Citando un esempio che sembra preso dalla vicenda reggiana: “Poche settimane fa – aveva raccontato il magistrato – una banca milanese ha chiamato la Guardia di Finanza. Ha segnalato che un suo dipendente si era appropriato di 22 milioni di euro di fondi di alcuni clienti. Non sono pochi soldi. Giunti sul posto, i finanzieri lo identificavano. I dirigenti della banca erano increduli: Ma non lo arrestate? Gli è stato spiegato che in Italia, per truffa e appropriazione indebita non è previsto l’arresto”.Oggi questo intervento viene ripreso dal quotidiano Il Fatto, che cita anche un altro passaggio illuminante dell’intervento di Francesco Greco: “Siamo l’unico paese al mondo in cui l’amministratore o il dirigente che ruba non può finire in carcere, né prima né dopo il processo (anche perché la prescrizione scatta dopo 7anni e mezzo). Per questo, in casi simili, alcuni pm di Milano han preso a contestare il furto aggravato che, essendo previsto per i ladri di strada, prevede pene altissime, fino a 20 anni, con prescrizione ‘lunga’. Non so se questa impostazione giuridica reggerà. Ma, se potessimo di nuovo considerare le banche come servizi pubblici, potremmo contestare il peculato, che ha pene più alte e prescrizioni più lunghe”.Oggi, nel giorno del condono fiscale, è più chiaro (o almeno dovrebbe essere più visibile a tutti) da che parte sta il governo: da quella di chi truffa e ruba o dalla parte dei cittadini/utenti? Dalla parte degli evasori fiscali o da quella di chi paga le tasse?

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet