Uncem: bene ripristino esenzione Imu montana


Sul ripristino dell’esenzione dal pagamento dell’IMU sui terreni agricoli nei Comuni montani, classificati tali dall’ISTAT, interviene l’UNCEM nazionale, con il suo Presidente, Enrico Borghi: “E’ stato posto rimedio ad una scelta sbagliata compiuta con il Decreto 28 novembre 2014, che, sopprimendo l’esenzione per i terreni ricadenti nei Comuni classificati montani – già in essere fin dall’istituzione dell’ICI – avrebbe costretto i proprietari di questi terreni a pagare questa tassa oltre a quella che già pagano ai Consorzi di bonifica. Questi proprietari avrebbero dovuto pagare una tassa sul possesso di terreni quasi sempre privi di reddito, per i quali debbono farsi già carico della manutenzione anche ai fini della salvaguardia idrogeologica. La penalizzazione sarebbe stata assai pesante anche per i Comuni che si erano già visti tagliare i trasferimenti statali per importi pari al presunto introito di questa nuova IMU, che, in Emilia-Romagna, avrebbe interessato 75 Comuni, per un importo complessivo di 9.385.771,00 euro. L’UNCEM Emilia-Romagna si era prontamente attivata nei confronti della Presidenza del Consiglio, del Ministro dell’Economia e Finanze e coinvolgendo i Parlamentari della nostra Regione, per chiedere la modifica del Decreto n. 66/14 e il ripristino dell’esenzione”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet