Una nuova centrale idroelettrica sul Secchia


BOLOGNA, 27 MAG. 2013 – Situata nella zona del fiume Secchia fra Sassuolo e Castellarano e costruita da Idroemilia Srl, azienda di Piacentini Costruzioni Spa e Granulati Donnini Spa, una nuova centrale idroelettrica ha avviato la sua attività lo scorso venerdì. In accordo – sottolinea una nota dell’impresa – con gli Enti locali e la Regione Emilia-Romagna. La nuova centrale avrà una potenza di 3 megawatt e produrrà, secondo una prima stima, circa 8 milioni di Kwh l’anno, con "un risparmio di 1.761 tonnellate di petrolio necessarie a produrre una quantità equivalente di energia. Di conseguenza saranno ben 5,6 Kton di CO2 risparmiate, ovvero di mancata immissione nell’atmosfera". Il valore ambientale del progetto, prosegue la nota, "dimostra come sia possibile ancora collaborare fra pubblico e privato", a partire dalla Regione fino alle due Province di Modena e Reggio Emilia e ai due Comuni rivieraschi, Castellarano che ospita la parte più significativa dell’opera, e Sassuolo. In quest’ottica, "il progetto fin dalle sue origini è cresciuto nel dialogo anche con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale", con un progetto di sistemazione idraulica e ambientale dell’invaso sul Fiume Secchia finanziato dal Ministero delle Politiche agricole nella zona di Castellarano, "la Regione Emilia-Romagna ha chiesto di individuare proprio le possibili sinergie fra i due progetti. Idroemilia srl per questo motivo ha modificato il progetto".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet