Una “bandiga multietnica” per festeggiare l’Unità d’Italia


BOLOGNA, 13 MAR 2011 – Festeggiare l’Unità d’Italia è un dovere di ogni buon cittadino. Ma c’è modo e modo di farlo: quello scelto da alcune associazioni bolognesi è originale e quanto mai opportuno. Sarà un’enorme "bandiga", ovvero una colossale abbuffata, di quelle che si facevano in famiglia nelle campagne alla fine del raccolto, che coinvolgerà un’intero quartiere di Bologna e tantissime comunità immigrate. Via Bentivogli, nel cuore della Cirenaica, verrà chiusa il 17 marzo, giorno dell’anniversario dell’Unità d’Italia, e ospiterà gli stand e le cucine etniche di tutte le comunità che parteciperanno, e saranno almeno una ventina.Si tratta di "un’iniziativa concreta" per festeggiare attivamente l’Unità d’Italia, secondo gli organizzatori di Fondazione Duemila e altre associazioni cittadine. "Il nostro Paese non può fermarsi all’arida propaganda sul valore e sulla storia del popolo italiano, ma deve aprire i propri orizzonti riservando attenzione a chi vive, studia e lavora qui ma proviene da altri Paesi e a chi, pur essendo nato e cresciuto in Italia, non ha ancora diritto alla cittadinanza italiana".La festa comincerà alle 10 del mattino e andrà avanti fino alle 19, tra la musica e le pietanze preparate dai bolognesi di oggi e di domani.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet