Un sorso di internet per le cantine dell’Emilia-Romagna


BOLOGNA, 30 DIC. 2011 – Oltre 3,4 milioni di euro, dalla Regione, per cofinanziare la nascita di negozi per la vendita – diretta ed online – dei vini prodotti in Emilia-Romagna. La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Tiberio Rabboni, un bando che apre i termini per presentare domande di contributo a fondo perduto, per interventi finalizzati all’allestimento di punti vendita di prodotti vitivinicoli sul territorio regionale e delle regioni limitrofe e la creazione di siti Internet per il commercio elettronico.Al bando, che sarà pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione, potranno partecipare le imprese con sede legale in Emilia-Romagna e impianti di trasformazione e commercializzazione sul territorio regionale: la domanda dovrà essere presentata entro il prossimo 31 gennaio e i progetti approvati dovranno essere realizzati entro il 15 luglio. Gli investimenti proposti dovranno essere compresi tra i 30.000 euro e i 300.000 euro. L’entità dell’aiuto è pari al 40% della spesa ammissibile per le imprese di trasformazione e commercializzazione classificate come micro, piccole e medie. L’entità dell’aiuto scende al 20% per le aziende intermedie che occupano meno di 750 persone mentre sono escluse le imprese aventi dimensioni superiori."La realizzazione di negozi di vendita diretta in una ampia area interregionale e l’accesso al commercio elettronico possono costituire per molte cantine una leva importante di ampliamento dei tradizionali mercati di sbocco e un significativo miglioramento della gestione di cassa – osserva Rabboni -. Questo bando offre un sostegno concreto alle cantine già orientate in questa direzione e uno stimolo a quelle con le potenzialità per farlo".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet