Un sorso di caffè Saeco per Philips


BOLOGNA, 25 MAG. 2009 – E’ stato raggiunto l’accordo tra Pai Partners e Royal Philips per il passaggio del controllo di Saeco International al colosso olandese. Da Amsterdam è arrivata la conferma dell’accordo che porterà Philips a detenere il controllo del gruppo italiano specializzato nella produzione di macchine da caffè espresso. "Un’operazione importante – dichiara Marino Mazzini, segretario generale Fim Cisl Bologna – che auspichiamo comporti il rilancio della Saeco, visto che il piano industriale del 2009 è stato confermato così come il lancio sul mercato di nuovi prodotti. Vogliamo però capire le dinamiche che si prospettano per la Saeco, a tal proposito abbiamo richiesto al più presto un incontro con la nuova proprietà. E’ per noi fondamentale – conclude Mazzini – mantenere la centralità dello stabilimento di Gaggio Montano e gli attuali livelli occupazionali, per cui ci impegneremo per questo".In teoria il parere dell’Antitrust sull’acquisizione dovrebbe essere scontato, visto che Philips non è presente sul mercato italiano nel settore delle macchine del caffè. Una proposta, quella degli olandesi, che è riuscita ad essere più convincente di quelle avanzate dalla De Longhi e dalla Electrolux. Soprattutto nella parte riguardante il rilancio dell’azienda bolognese: la rete distributiva internazionale di Philips rappresenta un invidiabile trampolino per sollevarla dalla crisi. Inoltre il piano presentato sembra garantire i livelli occupazionali di Saeco, un punto su cui i sindacati venerdì scorso avevano espresso preoccupazioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet