Un pezzo di Parlamento Europeo dedicato a Renzo Imbeni


1 APR. 2009 – “Renzo Imbeni aveva, tra le altre, una caratteristica importante, specialmente in politica, quella di sapere ascoltare e dialogare. Questa sua capacità aveva contribuito a renderlo così popolare come sindaco tra i suoi concittadini di Bologna, e anche tra quanti, pur lontani dalle sue idee politiche e dal percorso che lo vide agli inizi dirigente della Fgci e del Pci, riconobbero in lui la volontà sincera e costante di cercare, nel confronto con le ragioni altrui, alimento per migliorare decisioni pubbliche delle quali tutti si sentissero alla fine compiutamente responsabili, pur nella piena distinzione dei propri ruoli”.Con queste parole il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione dell’inaugurazione della sala del Parlamento Europeo dedicata a Renzo Imbeni, in un messaggio ne ricorda la figura come “esempio di coerenza politica, di onestà intellettuale e di costante impegno europeista. ”.“Questa sua caratteristica – continua Napolitano – trovò, al Parlamento Europeo, una ulteriore conferma tra molti suoi colleghi deputati europei, funzionari e collaboratori, che tanto lo apprezzarono come vicepresidente di questa istituzione e come instancabile negoziatore nella procedura di conciliazione. La sua pacatezza era ben lontana dall’essere una rinuncia alle proprie idee. Imbeni si è sempre ispirato coerentemente e profondamente ai principi ed ai valori delle idee del socialismo democratico e dell’europeismo. Ci ha lasciato un esempio di profondo attaccamento agli ideali di giustizia e di libertà e di fiducia nella democrazia, anche quando essa viene colpita duramente come accadde alla sua Bologna, aggredita dalla violenza criminale del terrorismo. Una democrazia che sa reagire, sempre e comunque, evitando ogni chiusura ed ogni populismo, aprendosi con coraggio e con fiducia alle novità, basando sulla propria coesione e su reali pari opportunità la costruzione di un futuro migliore in Italia, in Europa, nel mondo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet