Un nuovo modello contrattuale? Cna ne parla a Bologna


BOLOGNA, 9 FEB. 2011 – Un nuovo e moderno sistema di relazioni sindacali e di assetti contrattuali può rappresentare un contributo determinante per fronteggiare l’attuale crisi di competitività, la caduta di produttività, la scarsa crescita, la precarietà del lavoro? Può aiutare a ricostruire un clima di fiducia tra le parti, necessaria pre-condizione per la crescita dell’economia e dell’occupazione, consentendo a imprese e lavoratori di avere a disposizione gli strumenti necessari per stare sul mercato? Di tutto questo si parlerà lunedì 14 febbraio alle 14.30 a Bologna, nella sala Gagliani della Torre CNA, nel corso di un Forum sul tema: “Al via il nuovo modello contrattuale: bilateralità, ammortizzatori sociali, territorio” promosso da IO L’Impresa, rivista edita dalla CNA di Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana. Al centro del Forum, le implicazioni di un rinnovato modello di relazioni sindacali e di contrattazione su cui si confronteranno: Enrico Amadei, responsabile nazionale divisione economica e sociale CNA; Alessio Gramolati, segretario generale CGIL Toscana; Renzo Perticaroli, segretario regionale UIL Marche; Ulderico Sbarra, segretario generale CISL Umbria e Michele Tiraboschi, professore ordinario di diritto del lavoro dell’Università di Modena e Reggio Emilia e consulente del Ministro del lavoro e delle politiche sociali per le questioni attinenti le politiche del lavoro, alle politiche comunitarie e alla riforma del mercato del lavoro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet