Un “modenese” ai verticidi Confindustria?


©Trc-TelemodenaMODENA, 21 MAR. 2012 – Domani si conoscerà il nome del successore di Emma Marcegaglia alla guida di Confindustria. E dopo gli anni di Montezemolo, il nuovo presidente potrebbe essere di nuovo legato a Modena. Uno dei due candidati è infatti Giorgio Squinzi, già alla guida di Federchimica, bergamasco di nascita e, soprattutto, patron del Sassuolo Calcio. Attorno al nome dell’industriale della Mapei sembrano confluire i presidenti delle associazioni territoriali di Confindustria interpellati dai tre saggi incaricati di sondare il clima all’interno dell’associazione. L’altro candidato alla presidenza è Alberto Bombassei, da otto anni membro del direttivo di Confindustria ed ex presidente di Federmeccanica. Domani, con voto segreto, la giunta di via dell’Astronomia designerà il nuovo presidente che il 19 aprile presenterà squadra e programma. L’elezione definitiva il 23 maggio. Anche il sindaco di Modena Giorgio Pighi boccia la modifica dell’articolo 18: “Aumenteranno numero e durata delle cause” – commenta il primo cittadino.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet