Un festa per chiedere più lavoro, legalità e solidarietà


BOLOGNA, 30 APR. 2010 – Cortei, dibattiti, ma anche concerti e spettacoli. Sono tanti in tutta la regione gli appuntamenti per festeggiare la festa dei lavoratori. A dettare le parole d’ordine per questo primo maggio 2010 ci hanno pensato i sindacati: "Lavoro, legalità e solidarietà", questi i tre temi che saranno filo d’unione di tutte le iniziative promosse dai sindacati Cgil, Cisl e Uil. In particolare, a Bologna in piazza Maggiore dalle 11 sarà allestito un maxi-schermo su cui sarà tramessa la diretta della manifestazione nazionale in programma a Rosarno. Un modo per ricordare i drammatici fatti di gennaio, con la rivolta degli immigrati contro le condizioni disumane di lavoro e di vita. Una sommossa divenuta simbolo della battaglia democratica e sindacale per i diritti e l’accoglienza. Sempre a Bologna ci saranno, inoltre, banchetti delle associazioni di volontariato e che si occupano di immigrati e due mostre sul lavoro delle donne e sulle aziende in crisi. A Porretta Terme dalle 9.30 manifestazione unitaria contro la crisi con corteo e interventi al Monumento dei caduti; a Imola in piazza Gramsci dalle 9.30 concerto della Banda città di Imola e interventi di lavoratori e lavoratrici di Cgil, Cisl, Uil; corteo anche a Castel San Pietro con ritrovo alle 10.15 in piazza Martiri.A Reggio Emilia dalle 15,30 partirà un corteo da viale Montegrappa a piazza della Vittoria, dove intervengono il segretario generale Cgil territoriale Mirto Bassoli, i rappresentanti dell’Anci, delle associazioni Libera e CO.LO.RE., la lavoratrice migrante Zahira Chahbane, Agostino Siciliano della Uil nazionale. Alle ore 17 nella stessa piazza spettacolo di Antonio Cornacchione e concerto della Banda Osiris. Altre manifestazioni unitarie sono previste a Castelnuovo Monti, Correggio, San Polo, Albinea.A Modena ore 9,30 ritrovo in piazza Grande con musica e distribuzione dei garofani e alle 10 comizio del segretario generale Uil provinciale Luigi Tollari a nome di Cgil, Cisl, Uil; altre manifestazioni a Castelfranco (ore 9,30 corteo da piazza Aldo Moro fino a piazza della Vittoria dove alle 10,30 parlerà il segretario generale Cgil Modena Donato Pivanti), Mirandola (ore 9,30 corteo fino a piazza Costituente dove alle 10,30 parlerà il segretario generale Cisl provinciale Francesco Falcone), Carpi (ore 9,30 corteo fino a piazza Martiri, ore 10 comizio del segretario generale Cgil regionale Danilo Barbi), Sassuolo, Finale Emilia, San Possidonio, Vignola, Pavullo.A Parma alle 9.30 a Barriera D’Azeglio ci sarà il concentramento per il corteo unitario che subito dopo renderà omaggio al monumento al partigiano e si concluderà in piazza Garibaldi con il discorso di Domenico Proietti, segretario nazionale Uil. Altre iniziative a Langhirano, Fidenza, Fornovo, Salsomaggiore, Fontanellato, San Secondo, Collecchio, San Polo, Traversetolo, Sorbolo, Colorno, Borgotaro, Sissa, Langhirano, Noceto. Inoltre una delegazione della Cgil di Parma, guidata dal segretario generale Paolo Bertoletti, sarà alla manifestazione a Portella della Ginestra (Palermo).A Piacenza la manifestazione prevede alle 8.30 un omaggio al monumento ai caduti sul lavoro e un’ora dopo corteo da piazzale Genova fino a piazza Cavalli, dove alle 10.30 parlerà il neosegretario territoriale Cgil Paolo Lanna. Nel pomeriggio alla cooperativa di Sant’Antonio esibizione di gruppi musicali dal folklore pop al punk rock.A Ferrara tradizionale appuntamento in piazza Cattedrale a partire dalle 9.20, con l’esibizione di bande e corali locali, la messa, l’incontro tra dirigenti sindacali, associazioni di volontariato, autorità e l’arcivescovo di Ferrara. Alle 21 concerto nella Sala Estense. In provincia manifestazione ad Argenta, con corteo di mezzi meccanici e biciclette in partenza, alle 10, da Filo fino alla piazza Mercato di Argenta. Altre iniziative ad Anita, Comacchio, Bondeno, Cento, Copparo, Ostellato-Migliarino, Massafiscaglia, Migliaro, Portomaggiore, Poggiorenatico.A Ravenna appuntamento al mattino ai giardini di viale Santi Baldini con la distribuzione di garofani rossi; alle 15 interverrà il segretario nazionale Cisl Maurizio Petriccioli, seguito da spettacoli di musica e burattini. A Faenza alle 10.15 comizio del segretario regionale Cgil Vincenzo Colla; a Lugo mattinata al largo della Repubblica con ‘Un altro mercato e’ possibilé, iniziativa di solidarietà con varie associazioni equo solidali e concerti; a Russi alle 14 comizio e concerto.A Forlì la festa comincerà in piazza Saffi con una mattinata sportiva. Poi spettacoli, musica e alle 16 comizio di Cgil Cisl Uil. Altre iniziative sono previste a Castrocaro Terme, Rocca San Casciano, Meldola, Forlimpopoli, Modigliana, Portico-San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Bertinoro, Santa Sofia, Galeata, Civitella, Cusercoli.A Cesena in piazza del Popolo ci sarà l’esposizione di carri agricoli e moto d’epoca, e alle 14.30 parlerà la delegata Flai Stefania Targhini. A Cesenatico la festa è dedicata a mare e lavoro e prosegue al museo della marineria per l’intera giornata, tra presentazione dell’archivio storico del lavoro, proiezione di filmati, mostre di pittura, laboratori per bambini, spettacolo teatrale, concerto e letture.A Rimini dalle 10 l’appuntamento è all’Arco di Augusto con un dibattito su temi politici e sindacali. In serata la parola passerà al grande schermo con la proiezione, alle 20.30 al cinema Tiberio, di ‘Welcome’ di Philippe Loiret (ingresso gratuito), mentre il giorno dopo alle 16 per festeggiare l’Alta Valmarecchia che, ‘migrata’ dalle Marche, ora fa parte dell’Emilia-Romagna, al Teatro sociale di Novafeltria ci sarà un concerto della Banda minatori di Perticara (Pesaro Urbino).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet