Un’estate da record per l’Aeroporto Marconi


BOLOGNA, 6 SET. 2010 – Un’impennata che era prevista ma non con quote così alte. E’ il balzo di presenze registrato dall’Aeroporto Marconi di Bologna negli ultimi due mesi. Il primo record annuale si è registrato a luglio, con 558.242 passeggeri che aveva transitato per lo scalo. Ma è agosto a segnare un dato storico, con oltre 600 mila utenti, 604.914 ad essere precisi, il dato mensile più alto della storia del Marconi. In termini percentuali l’incremento sullo stesso mese del 2009 è stato dell’11,9%.A trainare la crescita sono stati i passeggeri su voli internazionali (447.551, +17,6%), mentre risultano in lieve frenata (-1,7%) i passeggeri su tratte nazionali, a 157.363. Riguardo alla suddivisione per tipologia di vettore, i passeggeri su voli di linea tradizionali si confermano al primo posto (290.940), seguiti da quelli su voli low cost (213.657) e da quelli su voli charter (91.668). I movimenti, a quota 6.110, sono risultati in crescita dell’8,9%. Bene le merci trasportate per via aerea, che sono state 1.591 tonnellate (+42,3%).Ad agosto le mete preferite sono state: Sharm el Sheik, Marsa Alam, Ibiza, Rodi e Djerba tra i charter. Tra le destinazioni di linea internazionali, le più ‘gettonate’ sono risultate, nell’ordine: Parigi Charles de Gaulle, Francoforte, Londra Gatwick, Casablanca e Madrid. Tra quelle di linea nazionali, hanno vinto le isole, con Catania, Trapani, Palermo e Olbia nei primi cinque posti della classifica, dove ha trovato spazio anche Roma Fiumicino (seconda).Il giorno di picco, con il maggior numero di passeggeri in transito dal Marconi, è stato domenica 22, con poco meno di 26 mila passeggeri (25.898) tra arrivi e partenze. Nei primi otto mesi dell’anno i passeggeri complessivi si sono confermati in significativa crescita (+14,2%), per un totale di 3.622.856. I voli totali sono stati 42.888, in aumento del 7,9% sullo stesso periodo del 2009.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet