Un Capodanno all’insegna dell’Alta Velocità


BOLOGNA, 12 DIC. 2009 – E’ un Capodanno da quasi un milione di euro quello che Bologna e Firenze hanno allestito dopo che l’Alta Velocità le ha ‘improvvisamente’ avvicinate. In programma due concerti, uno in piazza Maggiore, l’altro in piazza Santa Maria Novella, che vedranno scambiarsi gli artisti grazie ai nuovi treni superveloci ‘in pista’ da domani che ospiteranno anche 400 persone armate del coupon necessario per potersi muovere tra le due città la notte del 31 dicembre. Sul palco bolognese, introdotti da Patrizio Roversi, Marianna Morandi e Andrea Lehotska, suoneranno i Negrita (alle 21.30), gli Stadio (22.30) e Lucio Dalla (23.30). Programma inverso a Firenze dove lo spettacolo sarà condotto da Federico Russo e Martina Stella: aprirà Dalla alle 21.15, quindi Irene Grandi (22) e Negrita (23.40). Il treno speciale che collegherà i due eventi partirà da Firenze alle 22 e da Bologna un’ora dopo. Quindi Ë in programma una nuova corsa ancora da Firenze all’ 1.30, con ritorno fissato un’ora dopo da Bologna. Per salirci sopra sarà necessario consegnare il coupon allegato al ‘Resto del Carlino’ e alla ‘Nazione’ nei giorni precedenti a Capodanno e scambiarlo con una contromarca valida come biglietto. I posti disponibili sono solo 400.A sostegno dell’evento è scesa in campo anche l’Agenzia di promozione turistica dell’Emilia- Romagna, che in tre giorni ha messo online il sito www.bolognafirenze.com con i primi pacchetti da due notti a 72 euro. La stessa Apt ha contribuito con 60.000 euro alla realizzazione del Capodanno, suscitando l’invidia genuina del sindaco di Firenze Matteo Renzi: "Da noi ci sono stati più investimenti privati, la nostra Apt dovrà fare di più", ha sottolineato. Il Capodanno delle due città non sarà comunque solo il superconcerto nelle due piazze (seguito in diretta anche da RadioDue). A Bologna, fin dal 28 dicembre, sarà allestita in piazza Santo Stefano una tenda yurta dove Syusy Blady dirigerà laboratori per bambini a cura del Mambo. Nella stessa piazza il 31 si trasferirà il consueto "vecchione", il cui falò segnalerà la fine dell’anno, come da tradizione. Sempre per Capodanno piazza San Francesco diventerà una grande balera ospitando la Mirko Casadei Beach Band, mentre piazza Verdi si farà casa del jazz con la Swingers Orchestra. Musica anche in piazza Galvani con le band emergenti selezionate da Radio Utopia e al Pincio con il ritmo di 12 percussionisti senegalesi. Per tutta la serata, infine, il centro sarà invaso da street band e bancarelle di piadine, crepes, caldarroste e cioccolata calda.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet