Un anno e mezzo fa moriva Luciano Pavarotti


12 MAR. 2009 – A un anno e mezzo dalla morte, Milano ha deciso di ricordare Luciano Pavarotti con un concerto ufficiale di beneficenza il 26 marzo, a cui gli organizzatori assicurano saranno presenti le tre figlie del tenore e l’ex moglie Adua. L’orchestra filarmonica e il coro del teatro Verdi di Salerno suoneranno la messa da Requiem di Verdi diretta da Janos Acs, che spesso ha collaborato con Pavarotti dirigendo anche alcuni concerti dei tre tenori. Sfondo della serata sarà la basilica di San Marco, cioé la chiesa scelta dallo stesso Verdi per la prima assoluta del Requiem il 22 maggio 1874. Qui si tenne anche una seconda esecuzione il 6 gennaio 1978: direttore Claudio Abbado, soprano Mirella Freni, tenore Luciano Pavarotti. Non esistono registrazioni dell’evento, ma durante il concerto del 26 saranno proiettate alcune immagini del maestro modenese nel Requiem diretto da von Karajan. I solisti dal vivo saranno invece Chiara Angella (Mimì in una Boheme di cui Pavarotti è stato regista), Giorgio Casciarri, il basso Elia Todisco e il mezzosoprano Francesco Provvisionato. E visto che si tratta di un ricordo del tenore non poteva mancare la solidarietà: l’incasso della serata (con biglietti da 41,60 euro fino a 1.331,20 euro) sarà interamente devoluto a Amref (la fondazione africana per la medicina e la ricerca) e all’Opera San Francesco. Anche per questo il concerto in memoriam ha ottenuto il patrocinio del Comune di Milano e della Siae.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet