Un anno di cassa straordinaria per Electrolux


E’ stato firmato nella sede della Provincia di Forlì-Cesena, davanti a rappresentati della Regione Emilia-Romagna, l’accordo per la proroga di 12 mesi della cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione sino al 17 ottobre 2014 per lo stabilimento Electrolux. L’accordo deve traghettare lo stabilimento verso l’utilizzo dei contratti di solidarietà, per evitare gli esuberi annunciati. Le modalità di gestione della cassa integrazione saranno quelle già concordate tra i sindacati e l’azienda, che prevedono l’utilizzo della cassa ad ore, ridistribuendo il lavoro su tutto il personale.

“Nonostante un utilizzo condiviso degli ammortizzatori sociali – è il commento dei sindacati -, resta evidente il problema dell’assenza di una qualsiasi politica industriale a sostegno di un settore strategico per il paese come quello dell’elettrodomestico (secondo in Italia come numero di addetti solo a quello dell’automotive)”. I sindacati forlivesi “ritengono necessario che, pure nella difficile situazione del settore l’azienda garantisca il mantenimento nel sito di Forlì di quei volumi produttivi che sono previsti e necessari per l’implementazione del piano di riorganizzazione”.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet