Ucima interviene su trasferimento Macfrut


Il Presidente di Ucima, Giuseppe Lesce, interviene sull’ipotesi di rilancio e spostamento della fiera cesenate Macfrut. “Ucima, l’Associazione dei Costruttori Italiani di Macchine Automatiche per il Confezionamento e l’Imballaggio, è da qualche anno impegnata nel rafforzamento delle fiere italiane di settore volto a ridare al sistema fieristico italiano un ruolo di primo piano nel panorama fieristico internazionale che sia pari alla leadership tecnologica e di mercato del settore industriale che rappresenta. Da tempo, per questo, la nostra associazione, che ha tra gli espositori di Macfrut alcune aziende del mondo del confezionamento, aveva avviato colloqui con le istituzioni amministrative, politiche e imprenditoriali per richiamarne l’attenzione sulla inadeguata situazione logistico-espositiva della fiera cesenate e la conseguente perdita di attrattività di Macfrut. In Italia è assolutamente necessario tenere in debita considerazione – dichiara Lesce – i valori positivi che esprimono i territori e i loro tessuti industriali, come quello virtuoso che ha dato vita a Macfrut. È però altrettanto importante saper cogliere l’evoluzione degli scenari in cui si opera e valutare in anticipo il momento in cui inserire, prodotti come le fiere, in contesti più ampi e complessivamente strutturati. È da anni evidente – continua Lesce – che la fiera Macfrut in una location adeguata avrebbe potuto presidiare meglio gli spazi di mercato e non sarebbe oggi la terza fiera in Europa. Non avrebbe inoltre lasciato spazi, neanche in Italia, ad altri soggetti in grado di sviluppare progetti concorrenti. Anche in qualità di rappresentante del Gruppo Sacmi, storico espositore di Macfrut, sono convinto che entrambe le location fieristiche regionali di cui oggi si discute rappresentino un significativo miglioramento rispetto alla situazione attuale per qualità complessiva dei quartieri e reti di relazioni. Certo è che lo svolgimento di Macfrut nel quartiere fieristico di Rimini salvaguarderebbe inoltre la territorialità distrettuale e locale”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet