Ucima e Fiera di Milano: nasce Ipack-Ima


Cambia il mondo del packaging. È nata infatti la nuova Ipack-Ima Srl, società partecipata da Ucima (Unione Costruttori Italiani Macchine Automatiche per il confezionamento e l’imballaggio) che ha conferito il ramo di azienda Food Pack e da Fiera Milano, che ha conferito il ramo di azienda Ipack-Ima. Si apre così un nuovo e stimolante capitolo nella lunga storia della mostra del processo e confezionamento leader in Italia e tra le maggiori al mondo, che lo scorso giugno era stata acquisita da Fiera Milano. La partnership tra il maggior operatore fieristico del Paese e l’associazione industriale di riferimento per il comparto packaging ha una forte valenza strategica e segna l’avvio di una fase di ulteriore sviluppo e internazionalizzazione per IPACK-IMA e le mostre verticali che dallo scorso maggio la affiancano (Meat-Tech, Dairytech, Fruit Innovation). “L’ingresso della nostra Associazione nella comproprietà e nella cogestione di Ipack-Ima Srl – dichiara il Presidente di Ucima, Giuseppe Lesce – riporterà l’Italia al centro del panorama fieristico internazionale e offrirà finalmente alle aziende del nostro settore una piattaforma fieristica in Italia che sia almeno pari alla loro leadership internazionale”. “IPACK-IMA – gli fa eco il Presidente della nuova società e Vice-Presidente di Ucima, Riccardo Cavanna – potrà infatti beneficiare della rete di relazioni internazionali che la nostra Associazione ha costruito negli ultimi anni e del supporto progettuale e operativo che le stesse aziende ci forniranno per realizzare una manifestazione che risponda alle loro esigenze commerciali e soddisfi le richieste della loro clientela internazionale”. “Dopo anni di assenza sono sicuro che anche le grandi aziende italiane del settore torneranno ad esporre a IPACK-IMA – aggiunge Andrea Malagoli, consigliere delegato di IMA Spa – per presentare in fiera le loro ultime innovazioni tecnologiche e accogliere a Milano i più importanti clienti internazionali”. “Dal 2018 – conclude il Presidente Lesce – non saremo più solamente ospiti presso fiere all’estero ma potremo mostrare con orgoglio le nostre tecnologie made in Italy a casa nostra ospitando anche i nostri competitor internazionali”. Oltre al supporto degli imprenditori del settore, IPACK-IMA potrà contare sul know-how di Fiera Milano che la considera una delle manifestazioni chiave per consolidare la propria leadership nel settore del food e delle sue tecnologie produttive. “Fiera Milano – dichiara Corrado Peraboni, amministratore delegato del gruppo espositivo – occupa oggi il terzo posto nella classifica europea delle grandi mostre B2B rivolte al settore alimentare. Vogliamo salire ancora nella graduatoria e siamo fiduciosi di poterlo fare, nell’interesse delle nostre imprese, perché l’Italia vanta non solo prodotti eccellenti, ma anche aziende trasformatrici e tecnologie di processo e confezionamento di prim’ordine. In questa prospettiva la partnership con Ucima è preziosa. Una parte rilevante del contenuto tecnologico e industriale della nuova Ipack-Ima srl è infatti rappresentato proprio dalle tecnologie alimentari. Mi piace sottolineare che l’unione con Ucima realizza un modello di sviluppo dell’attività fieristica a cui crediamo fermamente. Per contrastare l’agguerrita concorrenza globale, in particolare tedesca, dobbiamo sviluppare a casa nostra grandi e attrattive manifestazioni internazionali nei settori, come appunto l’alimentare, in cui il made in Italy non teme confronti. Ma per centrare l’obiettivo è necessario valorizzare al massimo una fattiva collaborazione con le associazioni industriali di categoria”. Per favorire e accrescere la sinergia tra le manifestazioni del settore food di Fiera Milano, a guidare la nuova Ipack-Ima Srl sarà Domenico Lunghi, Direttore Fiere Food e Food Tech di Fiera Milano. IPACK IMA ha già avviato la promozione nazionale e internazionale della prossima edizione in programma a maggio 2018.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet