Ucima, con 80 aziende a Chicago


Ucima, l’associazione dei costruttori italiani di macchine automatiche per il confezionamento e l’imballaggio, insieme con ICE-Agenzia, supporterà la partecipazione di circa 80 aziende italiane produttrici di macchine per il confezionamento e l’imballaggio alla fiera Pack Expo International, che avrà luogo a Chicago (Illinois, USA), dal 2 al 5 novembre. Oltre allo stand istituzionale dell’Associazione, sono previste numerose attività promozionali: saranno allestite due collettive con le aziende dei settori Processing e Packaging, verrà distribuita ai visitatori una pianta guida contenente tutte le realtà italiane presenti e saranno consegnati in ogni stand espositori da tavolo identificativi. Come già avvenuto a maggio alla fiera Interpack (Düsseldorf, Germania), Ucima e ICE-Agenzia hanno inoltre programmato una campagna pubblicitaria declinata sia nella pianta guida ufficiale di Pack Expo International sia nelle principali riviste americane di settore. Il claim prescelto sarà ancora una volta: “Excellence in Packaging. See what Italy can do for you”. Un altro tassello per consolidare anche nel mercato americano la leadership tecnologica italiana. Infine, è in calendario la premiazione dell’Italian Packaging Technology Award, presso Eataly Chicago. Il concorso, organizzato da ICE-Agenzia in collaborazione con Ucima, si rivolge a studenti universitari americani e canadesi che si sono distinti per progetti legati a nuovi materiali per le soluzioni di packaging e all’innovazione tecnica nelle macchine d’imballaggio dell’industria manifatturiera. Pack Expo International è una delle più importanti fiere dedicate alle tecnologie per il Packaging, e si svolge con cadenza annuale in sedi alternate. Per l’edizione 2014 gli organizzatori stimano di accogliere oltre 45 mila visitatori, di cui almeno 5 mila internazionali. Nel 2013 le importazioni totali del settore negli Stati Uniti sono aumentate del 6,8% rispetto al 2012. L’Italia ha raggiunto un totale di 332,7 milioni di dollari e una quota sul totale import statunitense del 17,2%.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet