Twin-Set Simona Barbieri nelle mani di Carlyle Group


CARPI (MO), 27 LUG. 2012 – The Carlyle Group, finanziaria con base a Washington e specializzata in operazioni di private equity, ha acquisito una quota di maggioranza del capitale sociale di Light Force S.r.l., società cui fa capo il marchio italiano di abbigliamento femminile Twin-Set Simona Barbieri. A cedere il pacchetto sono stati i soci fondatori Tiziano Sgarbi e Simona Barbieri e il fondo italiano di private equity DGPA Capital.Al finanziamento dell’operazione di Leveraged Buy Out, promossa da The Carlyle Group in partnership con i soci fondatori, hanno partecipato Banca IMI, MPS Capital Services e UniCredit in qualità di Arrangers e Bookrunners, Banco Bilbao Vizcaya Argentaria S.A. in qualità di Arranger, insieme a Meliorbanca (Gruppo Bper), Cariparma Crédit Agricole e Centrobanca Spa (Gruppo UBI Banca). UniCredit riveste anche il ruolo di Banca Agente dell’operazione.Nell’operazione le banche sono state assistite dallo studio legale Linklaters, Carlyle da Latham & Watkins come advisor legale e da Euromobiliare come advisor finanziario. Sgarbi, Barbieri e DGPA Capital sono stati assistiti dallo Studio Rinaldi e da N+1 Syz come advisor finanziari, e da Calandra, Buonaura & Andreoli, e Russo, De Rosa, Bolletta & Associati come advisor legali.Light Force S.p.A fondata a Carpi (MO) nel 1990 è attiva nella produzione e distribuzione di maglieria e abbigliamento femminile di fascia alta a marchio Twin-Set Simona Barbieri. Negli ultimi quattro anni il brand Twin-Set Simona Barbieri è stato protagonista di una crescita esponenziale dei propri ricavi che nel 2011 hanno raggiunto la cifra di 103 milioni di euro in crescita del 400% rispetto al 2007. Light Force, con circa 300 dipendenti, è una delle società a più alto tasso di crescita nel settore dell’abbigliamento femminile e del lusso accessibile. La collezioni Twin-Set Simona Barbieri sono distribuite attraverso 16 boutique a marchio proprio, una rete di rivenditori autorizzati e un canale dedicato di vendite online.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet