Turismo: pochi pernottamenti


Il problema, forse, è proprio tutto qui. “Se non c’è pernottamento, non c’è turismo”, tuonano gli albergatori e dal loro punto di vista, il messaggio è inequivocabile. Ma è anche l’immagine chiara dei comportamenti dei visitatori che scelgono Modena per una toccata mordi e fuggi piuttosto che per una vacanza vera e propria. La sfida per il futuro è proprio questa: trovare la formula giusta per convincere i turisti a stare più giorni nel modenese. Altrimenti i dati saranno sempre quelli negativi di questa estate 2014, con il 40% degli alberghi chiusi in città. Se a questo poi si aggiunge che il cattivo tempo ha indotto tanti a rifare le valigie e scappare in fretta e furia dall’Appennino con un calo dei fatturati – sempre secondo Federalberghi – tra il 30 e il 60%, ecco che la situazione del settore è davvero allarmante.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet