Trovato l’accordo alla Terim di Modena


©Trc-TelemodenaMODENA, 21 APR. 2011 – Intesa all’unanimità. Sotto il sole cocente, davanti ai cancelli dell’azienda, stamattina i lavoratori riuniti in assemblea hanno approvato l’ipotesi di accordo raggiunta ieri sera tra proprietà, Confindustria, sindacati e delegati. Un voto non scontato, dopo mesi di divisioni profonde tra gli stessi dipendenti: tutti concordi nel respingere i 45 licenziamenti decisi a metà febbraio dalla proprietà, ma divisi nei metodi da seguire.E così tra picchetti e richieste di poter lavorare, si è arrivati all’intesa di stamattina. I 45 licenziamenti diventano 40 esuberi volontari, incentivati economicamente, con in più l’avvio dal 3 maggio della cassa integrazione in deroga per sei mesi, prorogabile per altri sei. Soddisfazione per l’intesa che per un giorno rimette tutti d’accordo, anche se il clima resta teso. Già dalle 13, lo stabilimento di Baggiovara ha ripreso la normale attività. Tra giugno e luglio saranno gli stessi lavoratori a scegliere se accettare la mobilità incentivata, anche per chi è in prossimità della pensione, con l’azienda che però si è riservata di avvalersi degli strumenti di legge se non si troveranno i 40 volontari.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet