Trentacinque nuovi docenti per l’Alma Mater


BOLOGNA, 23 DIC. 2011 – Una delle prime operazioni di reclutamento di nuovi docenti effettuate in Italia in attuazione delle nuove disposizioni della Legge Gelmini ha avuto luogo oggi all’Università di Bologna, dove il Consiglio di Amministrazione ha approvato la chiamata di 35 nuovi professori associati. I nuovi professori – ricercatori dell’Ateneo e docenti esterni – insegneranno a partire dall’inizio del prossimo anno nelle facoltà di Agraria, Architettura Economia di Rimini, Farmacia, Ingegneria di Bologna e di Cesena, Lettere e Filosofia, Medicina e Chirurgia, Scienze Matematiche Fisiche e Naturali, Scienze Politiche di Bologna e "Ruffilli" di Forlì, Scienze della Formazione, Scienze Statistiche. "Questa delibera – commenta il Rettore Ivano Dionigi – rappresenta una meritata promozione per i nostri ricercatori e un bel segnale di questi tempi in cui altrove si parla di blocchi, esuberi e licenziamenti. Inoltre le modalità adottate con la massima urgenza e nel rispetto delle direttive ministeriali ci consentiranno di accedere al fondo straordinario per il reclutamento dei professori associati".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet