Treni, la Riviera fa appello alla Regione


Appello di Rimini alla Regione: la gara per il trasporto ferroviario regionale rilanci i trasporti della riviera sull’asse Ravenna-Rimini-Cattolica. Già bandita dalla Regione e destinataria di tre distinte offerte (presentate da Trenitalia, da Fer, l’azienda della Regione, e da Arriva, l’azienda inglese a cui partecipa Deutsche Bahn), la gara “deve forzatamente essere l’occasione per un rilancio in grande stile dei servizi ferroviari in Emilia-Romagna. Con particolare attenzione allo scenario dell’area turistica riminese”, raccomanda la Provincia di Rimini per bocca del suo assessore alla Mobilità Vincenzo Mirra. Se il bando prevede l’assegnazione del servizio per 15 anni, più un possibile rinnovo per altri sette anni e mezzo, e circa 500 milioni di investimenti che chi si aggiudicherà il bando dovrà concretamente effettuare, “ci auguriamo per prima cosa che sia gara vera”, evidenzia Mirra. Che osserva: “Da un lato c’è Fer che garantisce la presenza di un soggetto locale forte, capace di comprendere le esigenze del territorio; dall’altro c’è però l’elemento della concorrenza, che può davvero rappresentare un punto di svolta per migliorare e innovare il trasporto ferroviario a scala locale. Insomma i pendolari non penso che guarderanno ai colori delle carrozze, ma al servizio. Quindi ben venga chi è più capace, più efficiente e soprattutto in grado di rispondere alle esigenze di un territorio complesso come il nostro”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet