Traffico e smog. Con un poco di vento il blocco se ne va


BOLOGNA, 16 DIC. 2011 – Rientra l’emergenza smog, grazie alle mutate condizioni meteo in Emilia-Romagna, e vengono revocate, come ipotizzato già ieri dall’assessore regionale all’Ambiente Sabrina Freda, le misure di limitazione della circolazione previste nelle giornate del 19 e 20 dicembre. Lo ha stabilito il tavolo dell’accordo biennale per la qualità dell’aria, di cui fanno parte Regione, province, comuni capoluogo e con più di 50 mila abitanti.COSA DICE L’ARPA Nei prossimi giorni in Emilia-Romagna si esaurirà il periodo prolungato di alta pressione che ha provocato la fase più acuta dell’emergenza per l’accumulo delle polveri sottili, e che aveva fatto decidere di anticipare le misure previste dall’accordo a partire da gennaio. Le piogge di ieri soprattutto in Romagna, e il forte flusso di vento e aria fredda che percorrerà la regione da ovest verso est nei prossimi giorni e che hanno provocato anche un’allerta della Protezione civile, miglioreranno la qualità dell’aria.SCIOGLIETE LE RIGHE "D’intesa con tutti i sindaci e le province, abbiamo valutato i nuovi elementi che ci hanno fornito le previsioni meteo – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti Alfredo Peri – nelle ultime ore è venuta meno l’emergenza". Confermati, per ora, i blocchi per il 29 dicembre e il 4 gennaio, "naturalmente – ha proseguito l’assessore – se le condizioni meteo li renderanno necessari. Siamo all’interno di un accordo in cui tutti decidono insieme – ha ribadito – e c’è un rapporto di causa effetto tra le condizioni meteo climatiche e i provvedimenti emergenziali che si assumono con la limitazione del traffico".GLI SFORAMENTI CI SONO "La priorità che orienta le nostre azioni è la salute dei cittadini – ha fatto eco Freda – il tavolo ha preso atto del cambiamento delle condizioni meteo e solo per questo ha deciso di revocare le limitazioni straordinarie alla circolazione". L’assessore ha comunque sottolineato che "Il problema gravissimo degli sforamenti esiste" e che "la Regione proseguirà con le politiche di contrasto"AFFIDARSI ALLA BENEVOLENZA DEI CITTADINI "Al di là delle ordinanze – ha concluso ancora Peri – dobbiamo rivolgerci anche ai singoli cittadini e alle comunità, chiedendo loro un uso più responsabile dei mezzi privati".I NEGOZI CANTANO VITTORIA nei giorni scorsi ci sono state molte polemiche da parte delle associazioni dei commercianti, contrarie a fare entrare in vigore il blocco nel pieno del periodo di pacchetti e regali. Più che la brezza atmosferica, dunque, a vincere è stato il vento natalizio-consumistico.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet