Tra biologico e allevamento tradizionale, ecco il Festival del Letame


SERRAMAZZONI, 20 MAG. 2009 – Non solo cinema, letteratura e filosofia, anche il letame, da quest’anno, ha un suo festival. Può sembrare una cosa poco nobile, ma gli organizzatori ricorrono ad un celebre verso di De André (‘dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior’) per ricordare che quello che verrà celebrato a Pompeano di Serramazzoni, sull’Appennino modenese da venerdì a domenica è il cibo della terra. E’ il Caseificio Santa Rita a ospitare per tre giornate, dal 22 al 24 maggio, incontri e visite guidate, convegni, durante le quali sarà possibile riscoprire modalità di allevamento e di colture rispettose dell’ambiente, dei consumatori e delle tradizioni. Sarà presente anche un mercato biologico dei contadini delle Terre Bio di Modena e di altre province e si potrà pranzare e cenare con piatti biologici tipici della gastronomia modenese. Fra le iniziative previste anche la mostra della vacca bianca modenese, la gara del taglio della forma e il pranzo domenicale allietato da musica e spettacolo. Per tutta la durata delle iniziative anche i bambini potranno divertirsi con l’Asino bus, il sollevamento delle forme e i giochi di paglia e fieno.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet