Tper, consuntivo 2014 con utile netto a 2,6 milioni


Il Consiglio d’Amministrazione di Tper ha deliberato, nel corso dell’ultima seduta, la proposta di bilancio che sarà sottoposta all’approvazione dell’assemblea dei Soci nelle prossime settimane. Il consuntivo 2014 evidenzia un importante utile netto d’esercizio di 2,6 milioni di Euro.
Il 2014 è stato l’anno del consolidamento delle azioni poste in atto dalla società; i risultati economici sono conseguenti all’orientamento all’efficienza di tutta la struttura aziendale e alle azioni di recupero intraprese: Tper raccoglie, oggi, i frutti di un lavoro svolto in più direzioni per il contenimento dei costi, l’aumento dei ricavi e una sempre maggiore razionalità nell’impiego delle risorse e nello sviluppo delle proprie attività. Giuseppina Gualtieri, presidente di Tper, commenta così il secondo bilancio chiuso positivamente:”Gli importanti risultati economici ed operativi ottenuti sono la conferma di un impegno che ha coinvolto l’intera azienda. Si è operato in un’unità d’intenti, anche con le Istituzioni, che ha consentito di superare gli obiettivi posti a budget ad inizio 2014. Avere un’azienda sana che crea valore è la condizione indispensabile per affrontare le difficili sfide del settore e sostenere gli investimenti necessari nel prossimo futuro, per progetti di innovazione e miglioramento costante, nell’interesse dei soci azionisti, delle comunità dei bacini di servizio in cui operiamo e di un’utenza in aumento, che ci conferma un gradimento crescente ”. In un bilancio redatto secondo criteri di assoluta prudenza, un Margine Operativo Lordo di 22,2 Milioni di Euro, in crescita rispetto ai 16 milioni di euro del 2013, conferma il consolidamento e lo sviluppo di una positiva gestione caratteristica. L’importante utile di esercizio è ancora più significativo e soddisfacente nel contesto della difficile congiuntura economica attuale, sia generale, dovuta al protrarsi di una crisi particolarmente prolungata nel tempo, sia specifica del settore del trasporto locale, gravato da continue incertezze in tema di necessarie risorse pubbliche destinate a servizi e investimenti. Tper ha saputo strutturarsi in modo da orientare all’efficienza la propria organizzazione, razionalizzando, di concerto con la Regione Emilia-Romagna, gli Enti Locali e le Agenzie per la Mobilità dei territori, i propri servizi e mantenendone, al tempo stesso, alto il livello qualitativo e l’attrattività. Prova ne è l’ulteriore incremento di utenza registrato nel 2014, che prosegue il già lusinghiero trend iniziato nel 2013: nell’ultimo anno i passeggeri trasportati – oltre 141 milioni in totale – sono aumentati del 5,5% (141.877.030 nel 2014; 134.468.427 nel 2013). Di pari passo, gli incrementi delle vendite confermano l’importanza della fidelizzazione degli utenti. In un panorama nazionale di tendenziale crisi della domanda di trasporto, sia pubblica che privata, è particolarmente indicativo l’aumento di vendite degli abbonamenti annuali (+6,6%), che oggi superano le 82.000 unità, oltre che di quelli mensili (+4,6%).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet